seo for e-commerce

SEO per E-commerce: la guida completa per il 2021

I siti e-commerce basati sul dropshipping fanno molto affidamento sul traffico online per acquisire contatti e per aumentare le entrate. È importante generare abbastanza traffico per mantenere alte le vendite e uno dei modi migliori per farlo è attraverso l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO).

 La SEO è il processo per aumentare la qualità e la quantità del traffico sul tuo sito, in modo che sia più visibile alle ricerche pertinenti. Ma come funziona? In questo articolo, parleremo delle basi della SEO per e-commerce e di come puoi trarne vantaggio per la tua attività di dropshipping.

Come funziona la SEO?

I motori di ricerca come Google e Bing utilizzano i bot per eseguire la scansione delle pagine web, passando da un sito all’altro per raccogliere informazioni su quelle pagine e indicizzarle. Gli algoritmi analizzano le pagine che hai indicizzato considerando migliaia di fattori di ranking per determinare l’ordine di come le pagine dovrebbero apparire su ogni query di ricerca.

Google vuole che i suoi utenti abbiano un’esperienza di ricerca fluida ed efficiente, motivo per cui gli algoritmi sono progettati per mostrare le pagine più pertinenti e autorevoli relative alla tua ricerca. L’ottimizzazione del tuo sito web di e-commerce può aiutarti a posizionarti più in alto e diventare più visibile al tuo pubblico di destinazione.

Ecco alcuni dei motivi per cui hai bisogno della SEO per e-commerce:

  • Benefici a lungo termine I vantaggi che ottieni dagli annunci pay-per-click terminano quando smetti di pagarli. Anche se potrebbero volerci mesi prima di vedere risultati concreti dalla SEO, i vantaggi che ne derivano sono a lungo termine. Quando il tuo sito web si posiziona più in alto e inizia a essere visualizzato nei risultati di ricerca, genererai passivamente lead e guadagnerai entrate.
  • Genera traffico pertinente e di qualità. Una SEO per e-commerce efficace pone la tua attività di dropshipping di fronte al tuo pubblico di destinazione. Quando il tuo sito web è ottimizzato per le parole chiave giuste (maggiori informazioni di seguito), i tuoi clienti saranno in grado di trovarti.
  • Costruisce fiducia e credibilità. Gestire un’attività di dropshipping di successo significa stabilire fiducia e credibilità tra i clienti potenziali ed esistenti. Un posizionamento più alto su Google dà alle persone l’impressione che tu sia uno dei principali attori del tuo settore.

Cosa devi sapere sul dropshipping e il SEO per e-commerce nel 2021

Ora che sai cos’è la SEO e in che modo avvantaggia la tua attività di dropshipping, il passo successivo è capire le basi. Ecco cosa devi sapere sulla SEO per l’e-commerce: 

1. Keyword Research – Ricerca delle Parole Chiave

È impossibile posizionarsi più in alto sui motori di ricerca se non sai per cosa classificarti. La ricerca per parole chiave è il processo di ricerca di termini di ricerca popolari per i tipi di pubblico di destinazione in Google. Una volta che hai un elenco di parole chiave, puoi incorporarle strategicamente nei tuoi contenuti per aumentare la visibilità online.

Puoi utilizzare diversi strumenti per la ricerca di parole chiave, come Soovle, Google Search Console o Ahrefs Keywords Explorer. Per le parole chiave correlate o le parole chiave a coda lunga, puoi utilizzare l’estensione Keywords Everywhere di Chrome. Le parole chiave a coda lunga sono frasi più specifiche che è probabile che i visitatori utilizzino. Puoi anche incorporare parole chiave a coda lunga nel tuo articolo per un risultato più mirato.

2. Ricerca di parole chiave dei concorrenti

Oltre a fare ricerche di parole chiave di base, vale anche la pena conoscere le parole chiave utilizzate dai concorrenti. Se si stanno impegnando per classificare parole chiave specifiche, potresti anche voler controllare quali sono. 

È facile condurre una ricerca per parole chiave della concorrenza purché utilizzi lo strumento giusto, come Moz o Ubersuggest. Ma se stai appena iniziando la tua attività di dropshipping, non devi analizzare le parole chiave dei tuoi maggiori concorrenti, come Shopify o BigCommerce.

Ricerca concorrenti più piccoli all’interno della tua nicchia. In questo modo, le parole chiave che cerchi saranno rilevanti per la tua attività in dropshipping. Il passaggio successivo consiste nell’incollare il loro dominio nel tuo strumento di generazione di parole chiave e sarai in grado di vedere le parole chiave per cui si stanno classificando. Avrai un’idea di quali parole chiave più rilevanti per la tua nicchia e quali no. 

3. SEO per e-commerce sulla Pagina

Una volta che hai le parole chiave per le quali desideri classificarti, il passaggio successivo è utilizzare quelle parole chiave sul tuo sito web. SEO on-page si riferisce all’ottimizzazione degli elementi su ogni pagina web per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca. Una buona strategia SEO sulla pagina garantisce che i motori di ricerca possano comprendere facilmente la tua pagina durante l’indicizzazione. Quando Google sa cosa c’è sulla tua pagina, c’è una maggiore possibilità che il tuo sito web venga visualizzato nelle query di ricerca pertinenti.

 Ecco alcuni suggerimenti su come implementare correttamente la SEO on-page:

  • Crea contenuti che danno valore ai tuoi visitatori per mantenerli sulla tua pagina.
  • Scrivi descrizioni di prodotto di lunghe (circa 1000 parole) e includi le parole chiave necessarie. Tuttavia, ricordati di non inserire troppe parole chiave nei tuoi contenuti e nelle descrizioni dei prodotti.
  • Le tue pagine dovrebbero contenere le informazioni necessarie rilevanti per i tuoi clienti, come resi, termini di servizio, opzioni di spedizione, ecc.
  • Inserisci la parola chiave principale in sottotitoli, meta descrizioni, tag alt dell’immagine e URL.

4. Content Creation

La produzione di contenuti pertinenti e di alta qualità porta traffico organico per creare fiducia e credibilità nel tuo settore. 

La prima cosa che devi fare è creare contenuti attorno alla tua nicchia di prodotto. Questo può aiutare a migliorare il traffico organico, generare lead e aumentare le conversioni. Quando il tuo pubblico di destinazione cerca un prodotto da acquistare, è lecito ritenere che inizieranno a cercarlo su Google.

Il tuo sito web si posiziona più in alto per il tuo mercato di riferimento se hai diversi contenuti di alta qualità basati sui prodotti che vendi. Educare gli utenti sul prodotto, su come ne traggono vantaggio, su come acquistare, ecc. I visitatori del sito web si trasformeranno probabilmente in clienti fedeli perché hai fornito loro contenuti di alto valore.

Puoi iniziare scrivendo un blog con 800-1000 parole a settimana. Una volta che hai imparato a scrivere contenuti, puoi adottare la tecnica del grattacielo, che prevede la ricerca di argomenti rilevanti per la tua nicchia che si posizionano bene sui motori di ricerca e sui social media. Si decodifica il contenuto per creare qualcosa di meglio di quello esistente.

5. Seo per e-commerce: Content marketing

Dopo aver creato il contenuto, il passo successivo è commercializzare ciò che hai scritto nel tuo mercato di riferimento. Puoi farlo unendoti a gruppi su Facebook o Reddit.

Supponiamo che tu venda prodotti per la cura della pelle. Entrare a far parte di comunità di salute e bellezza su Facebook ti consente di condividere i tuoi blog con il tuo pubblico di destinazione. Tuttavia, evita di inviarli spam con i tuoi contenuti non appena ti iscrivi. Il content marketing implica la costruzione di relazioni con il tuo pubblico. Prenditi del tempo per entrare in contatto con le persone prima di condividere i tuoi contenuti.

Ecco due modi per commercializzare i tuoi contenuti:

 a) Link Building

Il link building influisce direttamente sulla SEO e determina il posizionamento nei motori di ricerca. Google ritiene che un contenuto sia buono se ha un buon numero di link di alta qualità. Ciò si traduce in una maggiore autorità di dominio (DA) e classifiche.

Alcune delle tecniche White Hat che puoi utilizzare per creare contenuti includono quanto segue:

  • Costruzione di collegamenti interrotti
  • Link outreach
  • Guest blogging
  • Content marketing con e-mail

 b) Annunci pay-per-click

Il pay-per-click (PPC) è una strategia pubblicitaria in cui gli inserzionisti (tu) pagano una commissione ogni volta che qualcuno fa clic sul tuo annuncio. A differenza del SEO, il PPC può essere lanciato in giornata.

Molti marketer commettono l’errore di acquistare annunci quando il loro negozio dropshipping non guadagna soldi. Devi capire bene i tuoi clienti per concentrarti sugli obiettivi giusti, come pro e contro della tua campagna PPC, parole chiave utilizzate dal tuo pubblico, dati demografici dei clienti, ecc.

Chiedi ad alcuni clienti che visitano il tuo sito web di partecipare a un sondaggio. Aggiorna il tuo sondaggio e analizza i risultati regolarmente e, nel tempo, avrai un’idea di come i visitatori raggiungono il tuo sito web.

6. Velocità del sito web

La velocità del sito web influisce negativamente sulla SEO in quanto influisce anche sull’esperienza dell’utente. I siti web lenti equivalgono a frequenze di rimbalzo più elevate e conversioni ridotte. In effetti, secondo la ricerca SOASTA, le frequenze di rimbalzo possono arrivare fino al 90% del tuo sito web impiegando più di tre o quattro secondi per caricarsi.

Ecco alcuni modi per assicurarti che il tuo sito web si carichi velocemente:

  • Riduci e ridimensiona le immagini sul tuo sito web.
  • Controlla la velocità del tuo sito web utilizzando   Pingdom o Google Page Speed Insights.
  • Usa un pacchetto di web hosting veloce e reattivo.
  • Riduci al minimo l’uso di plugin e file JavaScript e CSS.
  • Evita i reindirizzamenti.

7. Struttura del sito web in dropshipping

I siti web in dropshipping necessitano di una struttura del sito web di e-commerce adeguata. I motori di ricerca saranno in grado di trovare rapidamente le pagine e indicizzarle più velocemente. Aiuta anche a migliorare la velocità del sito Web perché la struttura corretta richiede meno codici.

I siti web di e-commerce di solito hanno più pagine rispetto ad altri siti web, quindi è importante avere la giusta struttura fin dall’inizio; altrimenti, i tuoi clienti si perderanno facilmente nel tuo sito web. Un modo per mantenere l’attenzione del cliente è implementare la regola dei tre clic.

La regola dei tre clic dice che i visitatori web dovrebbero trovare le informazioni di cui hanno bisogno con non più di tre clic. Ciò ha senso poiché gli utenti spesso si sentono frustrati se non riescono a trovare facilmente ciò che stanno cercando.

Tieni presente che devi classificare correttamente le pagine web che sono già attive su Google. Assicurati che il tuo vecchio URL sia un reindirizzamento 301 a quello nuovo; in caso contrario, ti classificherai più in basso nelle pagine di ricerca e diminuirai l’autorità di dominio / pagina.

 Conclusione

Il dropshipping è una delle attività più redditizie in questo momento, soprattutto in mezzo alla pandemia poiché molte persone stanno facendo i loro acquisti online. Massimizza il potenziale della tua attività applicando questi metodi SEO per l’e-commerce per aumentare la tua portata e i tuoi profitti.

Abbiamo solo un ultimo consiglio da darti. Come BEN sai, affinché un’attività in dropshipping abbia successo a lungo termine, avrai bisogno di un fornitore che possa procurarti prodotti di alta qualità e spedirli rapidamente per tuo conto ai tuoi clienti in tutto il mondo.

Il miglior partner che puoi scegliere è Yakkyofy, perché possiamo:

  • Fornirti un’integrazione software all-in-one gratuita per automatizzare le tue attività quotidiane;
  • Quotarti oltre 12 milioni di prodotti in tempo reale a prezzi B2B;
  • Consegnare i tuoi prodotti in pochi giorni, grazie al nostro servizio di spedizione in linea speciale;
  • e molto di più!

Grazie al nostro software, ci occuperemo di tutto ciò che riguarda la logistica, l’approvvigionamento dei prodotti e con Yakkyofy ti occupi del marketing e noi ci occuperemo di tutto il resto! 

Tutto ciò che devi fare per iniziare a beneficiare di tutti questi servizi è…

ISCRIVERTI SUBITO!


Biografia dell’autore

Luisa ha iniziato a scrivere come freelancer nel 2010. Da allora, ha coperto argomenti relativi alla salute, all’imprenditorialità e alle strategie di marketing. Ora lavora come Content Promotion Manager per SMB Compass e si concentra principalmente su prestiti aziendali, strategie e tattiche di marketing. Quando non scrive, trascorre la maggior parte del suo tempo libero guardando i suoi programmi TV preferiti su Netflix, occupandosi le sue piante o nascosta in un angolo ben illuminato a leggere un buon libro.

Post tags: