Franco Fabbrica e importazioni dalla Cina: differenze tra FOB e EXW

Franco Fabbrica e importazioni dalla Cina: differenze tra FOB e EXW

Cosa sono Franco Fabbrica e FOB e come sceglierli

La sigla EXW viene tradotta in italiano con le parole Franco Fabbrica e sta a indicare una clausola contrattuale comunemente usata nelle compravendite a livello internazionale. Si tratta di una delle condizioni commerciali sviluppate dalla Camera di Commercio Internazionale (ICC) che sono riconosciute a livello mondiale e sono note come incoterms. Le incoterms (contrazione di international commercial terms) si usano nelle importazioni e nelle esportazioni per definire in modo univoco, e senza che si possa cadere in errore, diritti e doveri dei soggetti coinvolti nel trasferimento di merci da un Paese a un altro.

Si definiscono tra venditore e acquirente anche:

  • la suddivisione delle spese per il trasporto,
  • la copertura assicurativa
  • la dogana.

La definizione di questi termini è molto importante perché si stabilisce quando la proprietà della merce passa da un soggetto all’altro e le rispettive responsabilità su eventuali perdite, danni e costi della merce in questione.

Franco Fabbrica: cosa si intende per EXW

Incoterms fbo ewx

Franco Fabbrica e EXW sono quindi la stessa cosa. Nello specifico, il termine Ex Works, abbreviato con EXW, nell’ambito degli incoterms appartiene al gruppo chiamato E che nasce da “ex”, intendendo “partenza”. La sigla EXW, che deve comunque essere completata indicando l’indirizzo specifico di una località, si riferisce a una spedizione detta “door to door”, da porta a porta.

In base a questo accordo il venditore organizza il trasporto della merce dalla porta del venditore alla porta di destinazione (door to door); nello specifico:

  1. il compito del venditore è quello di rendere disponibili in una data concordata i beni all’interno della sua fabbrica o magazzino corredando la merce della documentazione necessaria per l’esportazione dal Paese di origine;
  2. il compito dell’acquirente è quello di occuparsi della dogana sia nel Paese di origine che in quello finale, organizzare il trasporto e pagarne le spese, e assumersi quindi tutte le responsabilità e i rischi fino alla destinazione.

L’EXW nel regolamento Europeo

L’Ex Works è stata oggetto di discussione dopo l’approvazione dell’art.1 del Regolamento UE 2446/2015 che integra le disposizioni in materia del Codice Doganale dell’Unione. In pratica viene data una nuova definizione di esportatore intendendo tale figura come “la persona stabilita nel territorio doganale dell’Unione che, al momento dell’accettazione della dichiarazione è titolare del contratto concluso con il destinatario nel Paese terzo e ha facoltà di decidere che le merci devono essere trasportate verso una destinazione situata al di fuori del territorio doganale dell’Unione”.

In base a tale norma si evince che il venditore, in caso di resa EXW, non può essere considerato esportatore relativamente alla dichiarazione doganale. Ciò significa che se l’acquirente non risiede nell’UE deve nominare un rappresentante doganale che invece sia stabilito nel territorio dell’Unione. In questo caso la nota 70622/2016 dell’Agenzia delle Dogane stabilisce che nella casella 2 del Dau si debba indicare come esportatore il codice Eori del rappresentante doganale che risulta titolare del contatto di vendita con l’acquirente che risiede al di fuori dell’UE e che può decidere il trasporto delle merci oltre i confini dell’UE.

La spedizione FOB

La FOB, abbreviazione di Free On Board, è invece una spedizione detta “port to door”, cioè dal porto di imbarco a quello di consegna.

Le condizioni FOB prevedono che il fornitore si assuma la responsabilità di tutte le spese locali, del trasporto della merce, della gestione del carico, della dogana nella nazione di origine. Se scegli questo tipo di spedizione devi quindi trovare uno spedizioniere che si prenda la responsabilità della merce e la trasporti dopo che è stata imbarcata in nave o in aereo: questo perché nel momento in cui è in transito, in volo o in mare, la responsabilità della merce è passata dal fornitore a te. Se acquisti merce con condizioni FOB, il fornitore includerà le spese locali nel prezzo della merce e potrebbe accludere anche costi aggiuntivi per evitare il rischio di eventuali perdite di denaro.

Differenze e vantaggi tra Franco Fabrica e FOB

La merce acquistata a condizioni EXW in genere ha un costo più conveniente quindi in alcuni casi può essere un vantaggio per chi decide di comprare all’ingrosso dalla Cina. Il discorso cambia però se i costi di trasporto aumentano vanificando il risparmio sul costo della merce. Se scegli questo tipo di spedizione è vero che puoi pagare di meno e risparmiare sul costo totale, ma ti assumi tutte le responsabilità della spedizione, dello sdoganamento, devi assicurarti che il fornitore abbia le autorizzazioni necessarie per l’esportazione e devi infine trovare uno spedizioniere che offre un servizio di Franco Fabbrica.

D’altro canto, anche se la spedizione FOB può apparire meno vantaggiosa della condizione EXW la realtà potrebbe essere diversa. Il prezzo stimato dal fornitore per consegnare la merce al porto di partenza potrebbe infatti essere inferiore a quello dello spedizioniere; lo sdoganamento e quindi i documenti per l’esportazione sono poi a carico del fornitore rendendo il processo più semplice. Le cose potrebbero però andare male nel caso in cui il fornitore si rifiuti di pagare le spese locali come concordato oppure calcoli spese aggiuntive che possono far lievitare il costo precedentemente pattuito.

Meglio EXW o FOB?

franco fabbrica incoterm

Per decidere quale incoterm scegliere, devi esaminare vantaggi e svantaggi in riferimento al tuo caso specifico, ovvero:

  1. calcola il costo totale della spedizione intendendo con questo il costo della merce quando arriva alla tua porta;
  2. considera anche il costo del trasposto, della copertura assicurativa, e l’importo delle tasse;
  3. valuta se tutte queste spese devono essere calcolate in riferimento alla tua spedizione oppure alcune voci possono essere non calcolate in virtù di altri incoterms concordati.
  4. confronta quanto di verrebbe a costare la stessa spedizione a condizioni EXW o FOB e scegli quella per te più conveniente.

Ecco un esempio di spese da considerare:

  • Il costo per trasportare un container a pieno carico può variare molto a seconda della distanza tra magazzino e porto. La maggior parte dei produttori cinesi che esportano ha magazzini situati sulla costa orientale, da lì i porti distano tre-quattro ore di distanza.
  • Nel caso in cui le Hai Guan, ossia le autorità doganali cinesi dovessero trovare merce priva della documentazione necessaria all’esportazione potrebbero commissionare una multa al fornitore di migliaia di RMB. Se acquisti secondo i termini del EXW puoi comprare i documenti per lo sdoganamento da uno spedizioniere autorizzato oppure da un esportatore per una cifra che varia tra 80 e 160 USD.
  • I costi di trasporto, cioè dal porto di carico a quello di destinazione possono essere elevati, con spese locali ridotte o viceversa ridotti, ma con spese locali elevate. Un container a carico pieno ha generalmente costi di trasporto elevati, ma bisogna considerare anche la distanza che deve percorrere. Se il container è a carico parziale le tariffe variano tra 30 e 40 USD a metro cubo, ma le spese locali possono comunque essere molto elevate.
  • L’assicurazione sulla merce va fatta perché molti fornitori utilizzano imballaggi economici e scadenti. Il costo dell’assicurazione è circa lo 0,02% del 100% del costo del Franco a bordo.
  • Chi acquista deve pagare costi aggiuntivi come la consegna della polizza di carico, la distinta della merce, la fattura commerciale, moduli e certificati vari. In genere i costi per tale documentazione variano tra i 40 e i 50 USD.
  • Le tariffe locali nel porto di destinazione possono essere davvero alte. Quando si calcolano le spese  su un container a carico completo, queste sono calcolate sul singolo containe e non sui metri cubi. Nel caso invece dei container a carico parziale le tariffe locali vengono calcolate in base al volume e vengono determinate in metri cubi. In base a questi calcoli il presso può lievitare notevolmente tanto che a volte la spedizione con container a carico parziale può essere costosa quanto quella con container a carico completo, che offre un volume totale di 29 metri cubi.

Con Yakkyofy non avrai alcun problema

yakkyo srl

Come avrai capito sono tanti i fattori da considerare e le variabili che possono determinare la buona riuscita di una compravendita dalla Cina. Se non sai come fare puoi rivolgerti a Yakkyofy, l’unica piattaforma online che ti aiuta nell’acquisto ed importazione di prodotti dalla Cina.

Yakkyofy offre un servizio a 360° gradi che comprende la ricerca del prodotto, il controllo qualità, la spedizione, lo sdoganamento della merce e la consegna a domicilio.

Grazie al team di Yakkyofy non dovrai preoccuparti di nulla, devi solo decidere cosa vuoi acquistare e verrai messo in contatto con fornitori cinese affidabili, abituati a commerciare con l’estero.

Potrai quindi acquistare merce di qualità, senza doverti occupare dei termini della spedizione. Niente problemi di dogana, documenti o spedizioni, niente costi aggiuntivi rispetto a quelle pattuiti: con Yakkyofy puoi acquistare dalla Cina in tutta tranquillità.

Summary
Article Name
Franco Fabbrica e importazioni dalla Cina: differenze tra FOB e EXW
Description
La sigla EXW viene tradotta in italiano con le parole Franco Fabbrica e sta a indicare una clausola contrattuale comunemente usata nelle compravendite a livello internazionale. Si tratta di una delle condizioni commerciali sviluppate dalla Camera di Commercio Internazionale (ICC) che sono riconosciute a livello mondiale e sono note come incoterms.
Author
Publisher Name
Yakkyofy